Home » Benessere » Il gene SESN3 responsabile dell'epilessia

Il gene SESN3 responsabile dell'epilessia

Quando parliamo di epilessia pensiamo subito alle convulsioni. In realtà bisogna distinguere: la crisi epilettica è un evento parossistico che può indicare l’epilessia ma che, in molti altri casi, può essere solo un episodio transitorio che non si ripeterà più. Viene causata da una improvvisa, eccessiva e rapida scarica neuronale nella sostanza grigia che porta il soggetto a perdere conoscenza e a non controllare più i movimenti del corpo.

L’epilessia, se non è causata da trauma cranico o da altre malattie, è una patologia a se stante e cronica. Una patologia non mortale (sebbene chi ne soffre tende a vivere in media meno dei sani) ma fortemente invalidante, al punto che alcuni personaggi famosi che ne soffrivano si sono ritirati dalle scene per paura di “rendersi ridicoli” sul palco. E’ un problema che affligge molte persone comuni, però, e oggi forse si sta capendo qualcosa in più sulle sue origini. Lo Imperial College di Londra avrebbe scoperto un gene che ne coordina 400 e che potrebbe essere la vera causa scatenante degli attacchi dell’epilessia.

Come si sa, l’epilessia ha una forte componente genetica e proprio dai geni arriva quindi la risposta. Si sta puntando a questa soluzione da anni ormai e la scoperta inglese conferma le ipotesi. Il gene individuato si chiama Sestrin 3 (SESN3) ed è la prima volta che viene collegato in qualche modo con l’epilessia, in base a quanto finora visto con i test condotti sugli animali. Si aspetta la sperimentazione sull’uomo, e intanto si indirizza la ricerca su questo nuovo “bersaglio” da colpire con le terapie che verranno messe a punto nel prossimo futuro.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico