Home » Benessere » I nuovi LEA che regolano anche ricoveri e sprechi

I nuovi LEA che regolano anche ricoveri e sprechi

Cambiano i LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA (LEA) con la nuova legge approvata dal Governo, e finalmente si estendono ad altri servizi importanti, come la fecondazione eterologa, gli esami per i celiaci, i dispositivi di spostamento per i disabili e un centinaio di nuove malattie finalmente considerate a carico dello Stato. Ecco le novità che prendono vita grazie al via libera del Ministero dell’Economia e che verranno presentate alle regioni con la partecipazione del ministro della Salute, Lorenzin.

Una decisione che si attendeva da tempo, almeno da 14 anni, che mette al sicuro i cittadini per quanto riguarda l’assistenza su larga scala ma che comporterà inevitabilmente un aumento di costi nelle prestazioni mutuabili. Il costo dovrebbe salire di 460 milioni in più, ma i tagli finora apportati ai servizi sanitari potrebbe vedere una protesta da parte delle regioni che bloccherà in qualche modo queste novità. Eppure i vantaggi ci saranno, e tanti, se è vero che comprenderanno anche l’epidurale per le donne che partoriscono naturalmente, gli screening neonatali, le vaccinazioni gratuite contro malattie esantematiche, pneumococco, meningococco e papilloma virus.

La cosa più significativa sarà il maggiore controllo sugli sprechi e sulle prestazioni inappropriate. Le TAC e le risonanze saranno rimborsabili in alcune occasioni, in altre no. Tanti altri esami, spesso prescritti senza motivo, verranno evitati. Ognuno dovrà essere preceduto da accertata diagnosi medica, altrimenti non saranno concesse le verifiche. I controlli saranno più severi e altrettanto severe le pene previste per chi li infrange. Altra importante novità, il controllo sui ricoveri. Quelli non necessari saranno valutati come osservazione di mezza giornata, in modo che siano accettati in ospedale solo i casi veramente gravi, cosa che in questi mesi NON sta succedendo.

admin

x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico