Home » Benessere » Ludopatia, un italiano su due ne soffre in modo grave

Ludopatia, un italiano su due ne soffre in modo grave

Ludopatia, ovvero malattia del gioco. In Italia è in drammatica ascesa, al punto che una persona su due ne soffre in modo serio. Basta guardarsi in giro, e vedere quante sale scommesse e sale gioco ci sono intorno, per capire che alcuni approfittano della crisi per spingere gli italiani a tentare la fortuna col gioco d’azzardo. Senza però pensare che il gioco crea dipendenza.

E’ una vera e propria molla che scatta nel cervello. Basta una vincita, anche piccola, per pensare che la sorte si può tentare ancora e ancora. E anche se in apparenza bastano solo pochi euro a tentativo, i soldi spariscono a una velocità impressionante, lasciando la persona disperata, la sua famiglia disastrata e i gestori delle sale gioco ricchi sfondati. Una indagine EURODAP ha rivelato che la tendenza sta salendo, grazie a un sondaggio condotto su 850 persone. L’età era varia, si andava dai 25 anni ai 65, ma le risposte date hanno evidenziato che il 20% ha la tendenza a giocare pesante, il 30% già lo fa con una frequenza patologica mentre il restante 50% non gioca. Dunque parliamo della metà esatta della popolazione intervistata a campione. Se questo riflette l’andamento del Paese parliamo davvero di un italiano su due.
A proposito di questo, proprio EURODAP presenterà oggi un libro, “Gioco d’azzardo: difendersi si può” per cercare di fermare un fenomeno che ormai è parte della vita quotidiana di troppe persone.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico