Home » Benessere » Donne incinte: in aereo fino alla 37a settimana (se non aspettano gemelli)

Donne incinte: in aereo fino alla 37a settimana (se non aspettano gemelli)

Le donne in attesa non possono volare per motivi di sicurezza (in caso di incidente morirebbero madre e figlio), per motivi di convenienza (evitare la nascita a bordo) o perchè fa male al bambino? Finora si erano considerate tutte e tre le questioni con particolare attenzione sull’ultima. Lo sbalzo pressorio e le possibili turbolenze potevano far danno al feto in utero, per cui c’era un limite ben preciso. Una donna incinta non poteva più volare dopo la 32a settimana di gestazione.

Ma da oggi, l’Inghilterra cambia le regole e permette alle proprie mamme di volare fino alla 37a settimana. Questo perchè gli studi condotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists hanno visto che non ci sono i presupposti per una sofferenza del feto, in aereo, né rischi per la madre a patto che non siano voli troppo lunghi e che le sia permesso di muoversi e di passeggiare spesso durante il viaggio. I rischi più gravi per me mamme in attesa possono essere i coaguli e gli eventuali trombi circolatori, cosa che però si può evitare facilmente, dicono gli esperti.

Indossare abiti larghi, scarpe comode, sedersi dal lato corridoio, passeggiare spesso, fare piccoli esercizi ginnici seduti stessi, bere spesso, usare calze elastiche. Con questi provvedimenti e affidandosi ai consigli delle assistenti di volo preparate, le donne incinte possono prendere l’aereo fino alla 37a settimana senza preoccupazioni. A meno che non siano incinte di gemelli. In quel caso, data la gravidanza a rischio, il limite rimane la 32a settimana. I gemelli possono nascere con largo anticipo e qualsiasi stimolazione extra sarebbe un azzardo. Meglio non tentare la sorte, soprattutto quando si è a diverse migliaia di metri dal suolo.

admin

x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico