Home » Benessere » Misterioso virus americano somiglia alla poliomielite

Misterioso virus americano somiglia alla poliomielite

Prima che il vaccino venisse applicato in massa, per salvare vite umane a migliaia, malattie come la poliomielite erano all’ordine del giorno. Malattie gravi che, se non uccidevano, lasciavano addosso strascichi importanti per tutta la vita. L’ultima grande epidemia di poliomielite si registrò in America, precisamente in California, all’inizio degli anni Sessanta.

In quegli anni solo grazie a un intervento di massa con terapie pesantissime si riuscì a fermare l’attacco del virus EV-D68. Un virus che forse, però, non è mai stato del tutto debellato. O meglio, potrebbe aver lasciato traccia nella storia e oggi potremmo assistere a un suo “ritorno” sotto forme nuove. E’ quel che preoccupa il professor Kevin Messacar che, in questi ultimi mesi, ha condotto una ricerca su 12 bambini colpiti da una paralisi misteriosa un po’ in tutto il territorio americano.

C’è da dire che i bambini vengono da stati e famiglie diverse, con situazioni di vita e di alimentazione diverse, ma tutti –da agosto a ottobre scorsi– sono finiti in ospedale con sintomi da paralisi temporanea che ricordano troppo da vicino quelli della vecchia polio. Oltre alla paralisi agli arti i piccoli presentavano problemi respiratori e le analisi hanno evidenziato come responsabile una famiglia di enterovirus, tra cui anche il famoso EV-D68. L’emergenza ora sta nello stabilire se si tratti di un caso, di una anomalia dovuta a qualche disattenzione ospedaliera, o se davvero siamo davanti al ritorno in grande stile del pericolo poliomielite. Pericolo contro il quale il vaccino esiste e andrebbe fatto, come tutti gli altri vaccini.

admin

x

Guarda anche

Il panico dell’attacco di panico …

Esiste una malattia che forse… non esiste. E non lo diciamo per sminuire la cosa, ...

Condividi con un amico