Home » Benessere » L'anticorpo artificiale che potrebbe curare l'AIDS

L'anticorpo artificiale che potrebbe curare l'AIDS

Anticorpi sintetici per inseguire e distruggere il cancro e alcuni tipi di virus, soprattutto quelli legati alle malattie del sangue e del sistema immunitario. E’ questa la novità che viene da un gruppo di scienziati della università americana di Yale, dove questi anticorpi sono stati progettati e realizzati. Lo studio condotto a Yale è stato pubblicato sul JOURNAL OF THE AMERICAN CHEMICAL SOCIETY dove viene spiegato ogni step della scoperta.

L’idea era quella di imitare gli anticorpi veri, quelli che ognuno di noi porta in corpo, ma di ricrearli artificialmente e con lo scopo voluto dagli scienziati. Gli anticorpi naturali si legano alle cellule del sangue e poi incoraggiano i globuli bianchi a entrare in azione per uccidere un nemico. Quelli sintetici li imitano in tutto. Anche essi si legano alle cellule ematiche e anche essi stimolano la reazione dei globuli bianchi. Facili da assumere, sotto forma di pillola addirittura, si sviluppano dentro l’organismo e avrebbero efficacia speciale su malattie come HIV o alcuni tipi di leucemie.

Finora, la ricerca ha permesso la realizzazione soltanto di una molecola sintetica che riesce ad attaccare il cancro alla prostata secondo le modalità sopra descritte. E’ successo tutto in laboratorio, con risultati entusiasmanti, ecco perchè gli scienziati stanno progettando anche di poter utilizzare lo stesso metodo su altri tipi di cancro o di malattie finora giudicate inguaribili. Sarebbe un successo trovare un anticorpo che si adatti ai cambiamenti continui del virus HIV, scrivendo magari la parola fine all’incubo AIDS. Se ne saprà di più quando cominceranno le sperimentazioni sugli animali.

admin

x

Guarda anche

Allattamento al seno fa bene al cuore delle mamme

I mille benifici dell’allattamento al seno. Da una ricerca dell’Università di Oxford (Regno Unito) e ...

Condividi con un amico