Home » Benessere » Buone notizie per le italiane in maternità

Buone notizie per le italiane in maternità

Le Camere dovranno presto discutere una importante innovazione nell’ambito del lavoro e della salute delle donne, specialmente se madri. La nuova norma prevede infatti più attenzione per il ruolo genitoriale nella cura dei bambini piccoli, con vantaggi che non comportano la perdita del lavoro come rischio. Tra questi: il congedo di maternità esteso anche per le lavoratrici autonome, allungamento del periodo di utilizzo del congedo parentale fino a sei mesi e possibilità di utilizzarlo anche sotto forma di monte ore, come una sorta di part time verticale.

Si interviene in questo modo su una legge del 2001, prolungando i diritti di sospensione dal lavoro per l’assitenza ai figli, l’estensione di questa assistenza anche ai bimbi adottivi che prima non erano nominati, incredibilmente, come figli. L’assistenza ai figli si può prolungare fino al loro compimento dei 12 anni (prima era 8 anni) e si prolunga anche il trattamento economico collegato. L’indennità di maternità non riguarda soltanto le impiegate statali ma anche le professioniste autonome e le lavoratrici del settore agricolo.
Si tratta al momento di un test, di sperimentazioni. Le norme verranno messe in atto, per ora, solo nell’anno in corso con prospettiva di estenderle anche in seguito, usando gli appositi fondi (222 milioni da un totale di 2 miliardi). L’obiettivo è quello di favorire il lavoro femminile ma allo stesso tempo la maternità, in un Paese dove lo scorso anno sono nati meno bambini di sempre, nella storia, e dove ciascuna famiglia conta su un figlio solo quando va bene o addirittura su zero figli, avviando il Paese verso un globale invecchiamento.

admin

x

Guarda anche

In cerca di un donatore per bimba con rarissima leucemia

Una bimba italiana di soli 3 anni e già impegnata in una guerra terribile e ...

Condividi con un amico