Home » Benessere » Nove in arresto: avrebbero rubato farmaci antitumorali per anni

Nove in arresto: avrebbero rubato farmaci antitumorali per anni

Esiste un nuovo, viscido modo di fare affari. Un modo che sfrutta il dolore e la paura delle persone colpite da malattie terribili, come il cancro. E per finanziare questo giro di affari si è scatenata la nuova caccia al farmaco che porta a depredare ospedali e farmacie di medicine preziosissime e costosissime. Un giro di questo tipo di furti è stato scoperto di recente tra Bologna, Napoli, Bari e Firenze.

Oggi sono scattate le manette per 9 persone fortemente indiziate di aver commesso furti di farmaci antitumorali per il valore di 6 milioni di euro. Farmaci che poi venivano consegnati ai gestori di questi commerci illegali e magari venduti online a minor prezzo ma in quantità maggiori. Gli acquirenti erano malati disperati, stanchi di aspettare, che cercavano il miracolo immediato non considerando che ormai i farmaci antitumorali sono prescritti in modo personalizzato e non sempre quel che fa bene a uno fa bene a un altro.

Queste differenze certamente non importano ai criminali che, una volta intascato il denaro, non pensano più al danno che possono causare alle persone. I nove in questione (ma i sospetti gravavano su 18 in totale) hanno agito dal 2013 ad oggi, tra le province di Siena, Arezzo, L’Aquila, Bari, Caserta, Avellino, Benevento, Lecce, Bologna, Rimini, Mantova e Torino. Le indagini sono partite proprio da Siena, ma avrebbero scoperto le basi logistiche dei criminali nei dintorni di Napoli e di Bari. In particolare Bari è molto importante perchè i commerci illegali di farmaci giungono dai Paesi dell’Europa dell’est.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico