Home » Benessere » In Italia, il farmaco che prolunga la vita dopo il tumore al pancreas

In Italia, il farmaco che prolunga la vita dopo il tumore al pancreas

Il tumore del pancreas fa paura, perchè altamente mortale e sicuramente una delle forme tumorali più gravi riconosciute. Nonostante gli studi della ricerca medica non si sono ottenuti risultati incoraggianti e ad oggi la mortalità, anche dopo 5 anni di cure, è del 95%. Forse una speranza in più si potrà avere oggi che l’AIFA ha approvato anche in Italia l’uso di un nuovo farmaco (Abraxane) pensato per questa malattia.

Uno studio già sperimentato in Europa e negli USA ha messo a punto un farmaco che per lo meno garantisce la sopravvivenza dei pazienti in tempi più lunghi. Data la difficoltà di diagnosi, è quasi impossibile agire sul tumore al pancreas in fase iniziale, e infatti questo studio si basa su casi di persone già in fase metastatica. Si tentava di importare il farmaco nel nostro Paese da due anni ma solo ora si è avuto il permesso. Un farmaco che permette la sopravvivenza del paziente ha un ruolo importantissimo, non solo perchè innesca fiducia nelle persone ma anche perchè permette loro di attendere nuovi sviluppi della ricerca.

E se la ricerca non potrà comunque trovare a breve una cura che permetta loro di guarire, forse li si potrà aiutare a gestire la malattia per lunghi anni, superando i cinque fino ad oggi previsti per la sopravvivenza. L’Italia, in questo settore, è tra i primi Paesi al mondo. E’ qui che la ricerca sta ottenendo risultati incoraggianti sui farmaci che garantiscono il controllo delle malattie gravi e da qui nascono idee e farmaci che allungano la vita dei pazienti oncologici. Unico neo di questa novità è che non tutti i pazienti potranno usufruire del rimborso. Non si capisce ancora perchè ma ne sono esclusi gli anziani sopra i 75 anni.

admin

x

Guarda anche

Allattamento al seno fa bene al cuore delle mamme

I mille benifici dell’allattamento al seno. Da una ricerca dell’Università di Oxford (Regno Unito) e ...

Condividi con un amico