Home » Benessere » Ospedali siciliani: si chiude per mancanza di personale

Ospedali siciliani: si chiude per mancanza di personale

Ci si commuove per la piccola Nicole che non trova assistenza in ospedale a Catania, si condannano i medici e la malasanità, ma nessuno condanna la politica e le restrizioni imposte a tanti ospedali. I tagli selvaggi che lasciano le ASL senza soldi e i reparti senza personale. In Sicilia la situazione è allarmante, e la colpa NON E’ dei dottori.

Al reparto di Ortopedia dell’ospedale Umberto I di Enna sta lavorando attualmente soltanto un medico per ogni turno. Un uomo solo, con pochi infermieri, per far fronte a un reparto intero. E tra permessi per malattia e spostamenti, a volte il reparto rimane scoperto al punto che anche il primario ormai fa i turni come tutti. Ma la soluzione finale sarà chiudere il reparto e appoggiarsi magari a un ospedale vicino, come quello di Piazza Armerina. Ma Enna non è l’unica ad avere questo problema. Stessa situazione a Niscemi (Caltanissetta) e perfino a Giarre, pochi chilometri da Catania, dove il sindaco Roberto Bonaccorsi per protestare contro le condizioni di assoluto disagio della struttura ospedaliera locale ha trasferito tutte le attività del comune nelle stanze dei direttori del nosocomio. L’intento è di gridare alla Regione un allarme che sta costando la vita a troppe persone. Occorrono medici. Occorrono concorsi. Occorre che si smettano i tagli alla Sanità.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico