Home » Benessere » Ecco qual è il "batterio "killer" sfuggito a un laboratorio americano

Ecco qual è il "batterio "killer" sfuggito a un laboratorio americano

Come la trama del peggior film catastrofista americano, giunge notizia dagli Stati Uniti della “fuga” di un batterio altamente pericoloso, in certi casi anche letale. Un vero e proprio “batterio killer” che veniva studiato e conservato nei laboratori Tulane National Primate Research Center, a Covington, 80 km da New Orleans in Louisiana. Nonostante le rassicurazioni degli scienziati, che la situazione sia sotto controllo, naturalmente nella zona si è diffuso il panico.

Delle 4 scimmie tenute come cavia, e tutte ammalate, solo due sono state abbattute. E le altre? Un ispettore di igiene mandato da Washington, che era venuto per controllare i lavori per una visita di routine, pare si sia ammalato proprio per colpa di questi due animali lasciati in vita, portando così il batterio fuori dall’area protetta in chissà quanti altri luoghi. Da qui è scaturito l’allarme, e ora è bene conoscere meglio di cosa stiamo parlando. Il batterio in questione si chiama “Burkholderia pseudomallei”, è causa principale di una malattia chiamata Meliodosi, una infezione simile alla tubercolosi.

Malattia mortale? Non del tutto. E’ molto grave e pesante da gestire, per chi la contrae, ma uccide solo i soggetti già deboli o malati che dovessero avere la sfortuna di incrociare questo batterio nella loro vita. E’ molto contagiosa, può passare facilmente da animale a uomo e da uomo a uomo. Si trasmette anche attraverso la condivisione delle bevande o dei cibi. Non si tratta di un batterio sconosciuto, perchè nell’Asia meridionale è abbastanza diffuso, ma era sotto osservazione perchè può essere utilizzato come arma batteriologica. E se è riuscito a uscire da un laboratorio di massima sicurezza con tanta facilità, cosa succederebbe se capitasse nelle mani di gente senza scrupoli?

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico