Home » Benessere » Nati due gemelli con la prima eterologa italiana

Nati due gemelli con la prima eterologa italiana

Da quando la legge ha finalmente dichiarato possibile la fecondazione eterologa anche in Italia, molte coppie prima costrette a fuggire all’estero ora possono risparmiare tempo e denaro rimanendo a casa propria. L’eterologa è una fecondazione che avviene tramite donazione di ovuli o seme. Se uno dei due partner è sterile, può ricevere “in dono” un ovulo (lei) o il seme (lui) da usare con l’altro partner per arrivare alla tanto desiderata gravidanza. Questo è successo alla donna di 47 anni che ha dato alla luce ieri due gemelli.

Di lei sappiamo solo che cercava di avere figli da 15 anni, ma non riusciva proprio per problemi di infertilità, causata dall’endometriosi. Grazie a una donatrice che ha dato i propri ovuli, oggi questa donna è madre di due figli in una volta sola. Per cercare di creare una somiglianza, si è cercata la donatrice quanto più simile a lei per razza, colore di occhi e capelli, altezza eccetera … gli ovuli donati sono stati poi fecondati col seme del marito della signora e oggi è nata una bella famiglia. La fecondazione eterologa italiana è stata dunque un successo e si aprono nuove speranze per tante altre coppie, anche molto giovani, che finalmente potranno diventare famiglia.

L’eterologa aiuta sia le coppie sterili che i donatori, che possono essere maschi e femmine. Infatti la donazione comprende una sorta di “rimborso spese” per la persona che dona quella piccola parte di sé. Non si tratta di pagamento vero e proprio, solo qualcosa di simbolico che comunque li farà sentire meno abbandonati. La paura che questo apra la strada a speculazioni e commerci illegali c’è, ed è tanta, ma si conta anche sulla generosità della gente. La giovane donna che ha donato gli ovuli che hanno dato vita ai gemelli lo ha fatto perchè “comprendo il dramma di chi non può avere figli e volevo aiutarli”.

admin

x

Guarda anche

Giocare all’aria aperta previene miopia

Giocare all’aria aperta previene disturbi alla vista nei bambini. Ad affermarlo è uno studio dell’Erasmus ...

Condividi con un amico