Home » Benessere » Azzardo: cala tra i giovani, ma restano a rischio tutti

Azzardo: cala tra i giovani, ma restano a rischio tutti

Sale gioco, sale biliardo, sale scommesse… il tempo della crisi porta con sé questa eredità del gioco d’azzardo, contrastata dal Governo sebbene lo stato italiano ammetta e finanzi i gratta e vinci e le lotterie! Una piaga che può rovinare famiglie e vite umane e che colpisce sempre più i giovani. O meglio, ha colpito i giovani fino a poco tempo fa…oggi si vede un timido miglioramento della situazione.

La ricerca condotta da Espad Italia 2014, grazie al personale del Reparto di Epidemiologia dell’Istituto di Fisiologia Clinica CNR di Pisa, rivela che la tendenza a dedicarsi al gioco d’azzardo tra gli adolescenti italiani sta scendendo. Merito delle campagne informative e dei programmi di alcune scuole che si stanno impegnando in questa missione con ottimi risultati. Oggi si è passati dal 47% di adolescenti giocatori del 2009-2011 al 39% del 2014 con oltre 900.000 studenti che hanno giocato d’azzardo almeno una volta nello scorso anno, mentre quattro anni fa si superava il milione. A scommettere sono soprattutto maschi maggiorenni, ma anche le ragazze sono coinvolte e i minori sono sempre ad alto rischio. Nonostante il trend positivo per i giovani, il gioco d’azzardo rimane ancora troppo diffuso tra gli italiani anziani e in ogni caso rimane sempre un alto tasso di rischio per tutti i ragazzini che oggi sono in età elementare e che devono essere tenuti lontani ad ogni costo dalla tentazione di rovinarsi la vita con una macchinetta di videopoker.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico