Home » Benessere » Le protesi al seno possono provocare il cancro

Le protesi al seno possono provocare il cancro

E’ un sospetto che si è spesso avuto e che in alcuni periodi, in particolare, ha rivelato prove indubbie. Anche oggi, in Francia, si parla di tumori causati dalle protesi al seno e in particolare da quelle prodotte da ALLERGAN. Secondo il quotidiano Le Parisien, l’agenzia del farmaco nazionale avrebbe verificato che su 18 casi di linfoma, almeno 14 sono stati provocati dalle protesi al seno.

Una teoria che ha aperto un dibattito molto sentito. Da un lato le prove che riporta l’agenzia e che sembrano chiarissime, dall’altro le reazioni della ALLERGAN ma anche di tanti esperti chirurghi plastici che quelle protesi le hanno usate e le usano senza verificare problemi di sorta. Il linfoma anaplastico, che si è manifestato nelle 14 pazienti sopra citate, non sarebbe per forza causato dall’intervento di mastoplastica perchè, riportano gli esperti nominati dai produttori, le stesse donne sarebbero arrivate alle protesi ALLERGAN dopo averne provate tante altre. Chi dice che il danno non lo abbiano fatto le precedenti?

Certamente avere in corpo qualcosa di sintetico in quantità così grosse, come avviene per le protesi al seno, non lascia mai al sicuro da rischi. E tuttavia, spesso le protesi vengono impiantate nelle donne reduci da cancro al seno e che quindi non possono rimanere vittime di altri tipi di tumore per colpa di difetti di fabbrica o di materiali pericolosi! La verità è che questo studio ha bisogno ancora di altre verifiche e di altri controlli, magari con un campione più vasto, perchè con questi dati alla mano non ci sono prove che colleghino direttamente la presenza delle protesi ALLERGAN con la comparsa di quel tipo di tumore. E in generale, ancora non è stato provato affatto che le protesi al seno possano causare qualsiasi tipo di cancro.

admin

x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico