Home » Benessere » Non decolla l'eterologa: mancano donatori

Non decolla l'eterologa: mancano donatori

L’ospedale Careggi di Firenze è tra i primi autorizzati a mettere in pratica la tanto attesa fecondazione eterologa, l’impianto di ovuli (o seme) donati da persone esterne alla coppia che fino a pochi mesi fa era divieto assoluto in Italia. Oggi invece è possibile farla e dunque molte coppie che hanno problemi ad avere figli potranno evitare i costosissimi viaggi all’estero.

Il problema è che la legge esiste, i divieti sono caduti, ma la gente ancora non si fida. Non si spiega altrimenti la mancanza di donatori che proprio al Careggi ha visto l’adesione di soltanto un uomo e ancora nessuna donna.
Per le donne si tratta di una procedura più complessa, sicuramente fastidiosa, non facile da accettare … soprattutto a costo zero. Ma per gli uomini è un gioco da ragazzi. Un gioco “piacevole” tra le altre cose. Eppure i signori maschi si fanno pregare. Soltanto in 12 si sono presentati per informarsi sulla donazione di seme e di questi, alla fine, solo uno ha donato davvero. Si tratta di una mancanza di cultura e di informazione che rischia di trasformare una conquista del progresso medico in un ennesimo “fallimento all’italiana”. Il risultato è che nonostante la nuova legge, il Careggi è costretto a rivolgersi ancora alle banche del seme e degli ovuli straniere per aiutare le coppie in difficoltà che fanno richiesta.

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico