Home » Benessere » In pista col diabete: la storia di Andrea Peron

In pista col diabete: la storia di Andrea Peron

Viene da Camposanpiero (Padova) Andrea Peron e non poteva far altro che il ciclista. Una passione che gli è nata fin da bambino, fin da quella prima bici che non si scorda mai. Le corse sulle lunghe strade dritte della Pianura, le prime gare e poi quei disturbi che hanno cominciato a manifestarsi intorno ai 16 anni. Sete continua, continuo bisogno di andare in bagno, crampi … e una diagnosi definitiva: diabete.

Lui, che di carattere “si scoraggia facilmente” sulle prime non la prende affatto bene, si sente condannato. Ma poi domanda: potrà continuare a fare il ciclista? Gli dicono di sì e la vita riparte. “Mi riprendo velocemente” dichiara, perchè anche questo è carattere. E serve moltissimo quando si sta in pista su due ruote. Non si è mai arreso, Andrea, e ha scoperto che il diabete è una malattia che si impara a gestire e che se sai farlo ti permette di vivere anche l’agonismo.

Oggi che di anni ne ha 26, corre per la squadra americana del Novo Nordisk nata con un solo scopo: quello di dimostrare che i diabetici non sono alieni, ma persone in gamba che possono fare tanto, soprattutto in gara. Sono tutti diabetici, gli otto corridori della Novo Nordisk, tra cui anche spagnoli, francesi, olandesi. E col loro esempio diffondono un nuovo modo di concepire il diabete, non più come una condanna ma come un ostacolo in più nella vita, che ne presenta già tanti. E come tale, anche questo si supera.

admin

x

Guarda anche

Menopausa e dieta: ecco come perdere peso bene

Ingrassare in menopausa è inevitabile. Molte donne lo sanno già, altre stanno per scoprirlo. Non ...

Condividi con un amico