Home » Benessere » Schianto Germanwings: il pilota forse "depresso e psicopatico"

Schianto Germanwings: il pilota forse "depresso e psicopatico"

Ma si può fare una strage solo per suicidarsi? Sì, si può. E purtroppo il pilota tedesco che ha schiantato un intero aereo sulle montagne di Seyne-les-Alpes (Francia) uccidendo insieme a sé altre 149 persone innocenti non è il primo né l’ultimo della serie. Basti pensare a chi si suicida col gas facendo saltare la palazzina con sé, a chi si getta dal balcone portando i bambini in braccio …

Nel caso di un pilota, però, il dramma è triplo perchè si dovrebbe trattare di persona allenata a tenere lo stress fuori dall’aereo, proprio perchè porta con sé decine di vite umane. Cosa non ha funzionato nel caso del giovane pilota della Germanwings? Tante cose, a partire dalle valutazioni mediche degli psicologi della Lufthansa. Perchè se lui è stato bravo a nascondere i problemi psichici loro NON SONO stati altrettanto bravi a smascherarli. In secondo luogo, si trattava di un soggetto fragile, già vittima di depressione e di recente lasciato dalla fidanzata.

Infine, se la depressione -in questo soggetto- si accompagnava a problematiche di tipo psicotico come appare dagli ultimi ritrovamenti in casa sua, la tragedia si può scatenare per niente. Un depresso normale non si toglie la vita col senso di colpa di aver ucciso altre persone. Ma un depresso con carattere psicopatico è pervaso di egoismo e non accetta di porre fine ai suoi giorni mentre il resto del mondo continua a godersela! La persona psicopatica, inoltre, è bravissima a nascondere sentimenti e paure, recita in modo freddo e deciso al punto da sembrare del tutto sano! Un paradosso che ha ingannato anche i perfetti medici tedeschi e che è costato la vita a 150 persone, polverizzate su un costone roccioso in un attimo.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico