Home » Benessere » Autismo: la causa forse genetica, colpisce più maschi che femmine

Autismo: la causa forse genetica, colpisce più maschi che femmine

Oggi è la Giornata per la Consapevolezza dell’Autismo e su questa malattia conosceremo sempre più dettagli, man mano che le varie iniziative si svolgeranno secondo programma. Alcune novità provenienti dalla ricerca medica le sappiamo già, come quella espressa dai ricercatori italiani capofila del progetto europeo “Eu- Aims”.

Grazie a nuove tecniche di esame genetico, i nostri scienziati hanno già individuato la probabile causa dell’autismo. Una causa che non è uguale per tutti ed ecco perchè si sta studiando l’uso di terapie personalizzate che potranno essere messe in campo nel più prossimo futuro. Ulteriori dettagli si possono vedere, visitando il sito www.unicampus.it , sul quale si potranno anche effettuare donazioni in denaro per aiutare questa ricerca. Non si esclude del tutto la causa ambientale e climatica, mentre è da scartare la follia di una causa legata ai vaccini. Si sta puntando invece sempre più sulla genetica.

L’autismo, anzi… gli autismi, al plurale, sono patologie che quasi certamente nascono con noi. Alcuni ricercatori italiani che lavorano alla Università di San Diego (USA) stanno scoprendo collegamenti con il profilo genetico, in particolare con le cellule dei globuli bianchi, il che spiega come mai l’autismo colpisce in media più maschi che femmine. Invece al San Raffaele di Milano, la ricerca sta studiando la proteina RAB39B, responsabile di un difetto di comunicazione tra le cellule nervose, che potrebbe avere un ruolo importante nello sviluppo dei sintomi di molti tipi di autismo. La funzione di questa giornata di oggi serve proprio a questo, a tenerci informati, a farci capire, a impedire che l’autismo venga relegato a “malattia mentale” e i malati lasciati al loro destino come si è fatto per secoli.

admin

x

Guarda anche

Bebè riconoscono volti già nel pancione

I bebè riconoscono i volti già nel pancione. A sostenerlo è una ricerca condotta dalle ...

Condividi con un amico