Home » Benessere » Un batterio solitario responsabile del "cattivo odore" ascellare

Un batterio solitario responsabile del "cattivo odore" ascellare

“Care ascelle, che brutto nome, nessuno vi considera, vi tormentano…” recita una nota pubblicità in televisione in questi giorni. E’ vero, le ascelle non sono considerate una parte nobile del nostro corpo. Sono nascoste, pelose (salvo interventi di depilazione) e sudano tantissimo. E odorano tantissimo. In alcune persone il cattivo odore emanato dalle ascelle quando sudano è fonte di imbarazzo e di limitazioni della vita sociale.

Di recente, i ricercatori dell’Università di York, in Inghilterra, avrebbero scoperto il responsabile di questo immenso disagio: si tratta, manco a dirlo, di un batterio! Nome, difficilissimo: Staphylococcus Hominis; abitudini alimentari: nutrirsi del nostro sudore e delle sue molecole, rilasciando poi “tioli”, ovvero sostanze simili allo zolfo che innescano il cattivo odore. Lo Staphylococcus Hominis non è l’unico “abitante” delle nostre ascelle che vedono brulicare tanti batteri, ma è l’unico che innesca questo meccanismo.
I deodoranti moderni tendono a mascherare l’odore, oppure a modificarlo per farlo sembrare diverso e più profumato. Ma sono rimedi provvisori e temporanei, non è ancora stato inventato il deodorante “catturaodori” come vuol farci credere la pubblicità! Però la scienza ci sta lavorando e ora che sappiamo dove colpire forse la speranza è più vicina.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico