Home » Benessere » Guerra ai "super batteri" con una … pozione del Medioevo?

Guerra ai "super batteri" con una … pozione del Medioevo?

Lo hanno gridato i medici inglesi, lo ha ripreso il nostro ministro della Salute, Beatrice Lorenzin: l’allarme “batteri resistenti” è realtà e richiede attenzione e una concentrazione di tutte le forze per trovare la cura. A causa del nostro uso scriteriato di medicinali, anche inutili, i batteri e i virus si sono assuefatti, abituati alle nostre terapie e oggi non muoiono più. Li chiamiamo “super batteri” e fanno davvero paura.

La Lorenzin ha dichiarato che la lotta contro i “super batteri” deve essere priorità assoluta, la ricerca mondiale si sta già muovendo da anni per trovare le soluzioni più avanzate e sofisticate. Ma forse il segreto del nostro successo risiede nel profondo passato, non nel futuro. Sarebbe nascosta in un’antica formula medica del Medioevo la vera cura contro i batteri mostruosi che ci minacciano al giorno d’oggi. L’Università di Nottingham (Inghilterra) l’avrebbe ritrovata in un manoscritto del 10° secolo curato dai monaci del tempo i quali, come ben si sa, avevano conoscenze molto ampie dei poteri curativi naturali.

Secondo quanto risulta dalla formula, alcuni sintomi di malattie del tempo (che ricordano moltissimo quelli causati dai batteri E.Coli e Staphylococcus aureus) venivano placati con una pozione a base di aglio, porro e vino! A questo aggiungete parte di bile bovina, un riposo di nove giorni in un contenitore di ottone a temperature fredde (4°C). L’esperimento condotto a Nottingham avrebbe provato il prodotto su alcune cavie affette da Staphylococcus aureus e avrebbe registrato una perfetta guarigione, in tempi in cui nulla sembra poter fermare questo batterio particolare! L’unica difficoltà ? Trovare un vino vecchio abbastanza da somigliare a quello usato nel Medioevo!

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico