Home » Benessere » Un vecchio economico antiallergico per curare l'epatite C

Un vecchio economico antiallergico per curare l'epatite C

L’epatite C è l’incubo di moltissime persone nel mondo. Una malattia del fegato tra le più aggressive, causata dal virus HCV, che se non viene curata bene può portare a peggioramenti gravi che includono anche il cancro. Se “va bene” ne uscite vivi, ma il fegato sarà danneggiato irrimediabilmente. L’epatite si può trasmettere in molti modi, anche tramite trasfusioni, e oggi sarebbe anche curabile grazie ai nuovi farmaci ormai presenti sul mercato.

Il dramma è che sono farmaci molto costosi (anche fino a 30.000 euro!) e per questo i governi non possono comprarli per tutti. In Italia, ad esempio, sono stati acquisiti per curare solo i pochissimi malati gravi. Ma dagli Stati Uniti, dal National Institutes of Health di Bethesda arriva la buona notizia: esisterebbe un metodo molto meno costoso (50 centesimi!) e molto conosciuto. Si è appena scoperto, infatti, che un farmaco utilizzato di norma per le allergie (che sono infiammazioni esattamente come l’epatite) potrebbe curare la patologia anche meglio dei farmaci moderni.
Il vecchio antistaminico, testato sui topi, ha dimostrato di riuscire a fermare l’epatite C soprattutto se somministrato quando la malattia è agli inizi. In tal modo impedirebbe al virus HCV di inserirsi nel fegato e di distruggerlo. Il risultato, insomma, è uguale a quello dei farmaci ultracostosi attualmente in circolo solo che si ottiene con una spesa minima e parecchio più abbordabile. Questo vorrebbe dire che, se si potesse applicare su larga scala, questo nuovo “vecchio” farmaco sarebbe in grado di salvare migliaia di persone diverso tempo prima che la malattia degeneri. Si avrebbe così anche la salvezza dal contagio e si otterrebbe di aver evitato molti più ricoveri e molte costosissime cure.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico