Home » Benessere » Colpo di coda dell'influenza: virus intestinali di primavera

Colpo di coda dell'influenza: virus intestinali di primavera

Credevate che fosse finita? Ebbene no! L’influenza sta dando un pesante colpo di coda prima di abbandonare del tutto il nostro Paese. Da Pasqua a oggi, favoriti anche dalle mangiate di cioccolato, sono tornati i virus intestinali e molti italiani si trovano di nuovo a letto con nausea, diarrea e vomito. Poca febbre, però, in questa fase. Solo qualche linea, addirittura in alcuni casi niente.

Gli esperti parlano di un ennesimo nuovo virus, forse uno della “terna” prevista forse un quarto, che non avendo sfogato la propria potenza in inverno si sta rifacendo adesso. Potrebbero volerci ancora altre tre settimane prima di dire che l’influenza 2015 è veramente finita. Quindi attenzione, valgono ancora le regole che abbiamo detto e ripetuto in gennaio: lavarsi spesso le mani, frequentare poco i luoghi affollati e le persone palesemente ammalate, chiamare il medico all’insorgere dei primi sintomi. Il vantaggio è che, pare, questi attacchi influenzali di primavera durino solo uno o due giorni al massimo. Altro vantaggio è che chi ha preso un virus simile in inverno difficilmente verrà contagiato da questo.

L’influenza è in fase finale, dunque, eppure non c’è da stare allegri. Quest’anno l’Italia è stato uno dei Paesi con il maggior numero di contagiati e di casi gravi al mondo. Il motivo è la sfiducia (ingiustificata) che gli italiani hanno nei confronti dei vaccini e che ha costretto il nostro paese a curare -con grave dispendio di denaro- oltre 6 milioni di casi. Una situazione così negativa, relativamente all’influenza, non si vedeva dal 2010, allora giustificata dalla sfiducia globale derivata dal falso allarme pandemia dell’anno precedente.

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico