Home » Benessere » Alzheimer: forse adesso sappiamo come agire

Alzheimer: forse adesso sappiamo come agire

Importante scoperta alla Duke University (USA) che potrebbe dare il via alla cura, finalmente definitiva, contro l’Alzheimer. Ci si mantiene nel campo delle ipotesi perchè è bene non dare false speranze ai malati, ma da quel che si legge sulla ricerca americana i presupposti per una via di uscita ci sono tutti. Dai test sperimentali sulle cavie si è scoperta la possibile causa principale della malattia degenerativa, ovvero un tipo di cellule del sistema immunitario del cervello, le Microglia, che improvvisamente cominciano a consumare dosi eccessive di Arginina, un aminoacido nutriente.

E’ così che inizia la trasformazione che genera l’Alzheimer. Il lavoro dei ricercatori della Duke ha dimostrato che intervenendo su questo processo, e bloccandolo con un inibitore enzimatico, la malattia nemmeno si forma. L’inibitore in questione si chiama DFMO (difluorometilornitina), ed è capace di ridurre le cellule immunitarie impazzite e anche le placche amiloidi, responsabili di tutti i sintomi dell’Alzheimer. Se ulteriori test confermeranno quelli finora eseguiti si potrà tentare di ripeterli anche sull’uomo e in quel caso si sarebbero aperte le porte ad un nuovo modo di pensare e di trattare l’Alzheimer.

Ad oggi, si usa la DFMO per curare alcuni tumori e con buon successo. Per l’Alzheimer, invece, non esistono cure e si cerca solo di alleviare i sintomi. La ricerca sta puntando molto alla scoperta di una cura efficace, ma è difficile perchè la malattia comincia lentamente, con manifestazioni appena visibili e che non sempre sono riconosciute. Anche su questo bisognerà lavorare, perchè occorre capire a quale punto della progressione si devono somministrare le eventuali cure a base di DFMO, se allo stadio iniziale oppure se si possono effettuare anche a malattia avanzata. Si stima che nei prossimi 50 anni i malati di Alzheimer nel mondo saliranno a 135 milioni… occorre fare davvero in fretta.

admin

x

Guarda anche

Allattamento al seno fa bene al cuore delle mamme

I mille benifici dell’allattamento al seno. Da una ricerca dell’Università di Oxford (Regno Unito) e ...

Condividi con un amico