Home » Benessere » Psicologia: il matrimonio perfetto è quello col migliore amico

Psicologia: il matrimonio perfetto è quello col migliore amico

Cosa hanno in comune il Principe William e Kate con Brad Pitt e Angelina, oppure con Beckham e Victoria? A parte soldi e successo, anche il fatto che si tratta di coppie nate e cresciute sulla base di una solida amicizia. Viviamo in tempi in cui i matrimoni sono in crisi, ci si sposa meno e aumentano le convivenze. Eppure, rivela un doppio studio canadese e americano, gli sposati sono ancora più felici dei non sposati (intesi come single e conviventi).

In modo particolare, i più felici di tutti sono quei matrimoni in cui i due partner sono diventati o sono stati migliori amici. Insomma, tutti i “Dawson Creek” della Terra dovrebbero sposare la loro “Joey Potter”, e tutte le “Heidi” dovrebbero sposare i loro “Peter” perchè l’amicizia è un saldo collante della vita di coppia. Che non è esente da litigi e anche da tradimenti, a volte, pur se si è migliori amici, ma trova sempre dei punti da cui ricominciare da capo. Le relazioni sentimentali partono tutte dalla passione e dall’attrazione fisica che, ormai è provato, dura poco e poi passa. Si può rinnovare, certo, ma non sarà mai comunque come la prima volta. Molti legami puntano tutto su questo e poi finiscono quando finisce la passione.

Le “coppie-amiche” hanno invece il vantaggio di una conoscenza profonda, che è partita dall’adolescenza o dall’infanzia, o che è nata per caso ma si è trovata subito nel suo habitat migliore e per questo ha argomenti e potenzialità che vanno oltre il sesso. Le coppie formate da “migliori amici”, anche se finisce la passione, trovano motivazioni valide per stare insieme e sopravvivono alle difficoltà familiari, ai drammi, perfino ai tradimenti… che comunque tra loro sono rarissimi. Non significa che finita la passione non facciano più sesso, solo che il rapporto cambia e diventa più caloroso e affettuoso, anche se meno impetuoso di prima. Sono quelle coppie che non è raro trovare ancora a braccetto a 80 anni, quelle coppie che se uno muore l’altro gli sopravvive per poco … o se gli sopravvive non si risposa più. Quindi se decidete di sposare la persona della vostra vita, assicuratevi prima che sia davvero un buon amico o una buona amica, prima che un ottimo amante.

admin

x

Guarda anche

Per evitare l’Alzheimer fate palestra da giovani

Fare movimento, attività fisica, ginnastica, palestra da giovani … dove per giovani si intende anche ...

Condividi con un amico