Home » Benessere » Il cancro allo stomaco in un … respiro!

Il cancro allo stomaco in un … respiro!

Eliminare gastroscopie e altri fastidiosi esami e ridurre tutto a un solo … respiro. La nuova tecnica messa a punto dai ricercatori israeliani del Russell Berrie Nanotechnology Institute di Haifa ipotizza proprio questo: analizzare l’alito per capire se il nostro corpo nasconde alcuni tipi di cancro, in particolar modo quello allo stomaco. Un test iniziale, certo, che forse non cancella del tutto la necessità di esami più approfonditi ma che ne elimina alcuni e accelera di molto la diagnosi che, come si sa, nei casi di tumore più rapida è e meglio è.

Nell’aria che espelliamo dal corpo rimangono particelle residue e segnali chimici che, spesso, non hanno alcun significato per noi. Ma nel caso del cancro allo stomaco possono essere invece degli indicatori fondamentali per salvarci la vita. La ricerca israeliana dice che si può fare, che basta analizzare il respiro di una persona per capire se la malattia è presente e non solo: si può anche capire se quella persona è semplicemente a rischio e dunque prevenire con larghissimo anticipo! Come avviene tutto questo? Il test del respiro consente di rilevare una proteina importantissima nel processo di riconoscimento di un tumore.

Grazie a dei “sensori nanomateriali” basta soffiare sul macchinario e questo capterà i cambiamenti chimici nel nostro alito, tra cui anche la proteina legata alla presenza del cancro allo stomaco. Una volta individuata la presenza della proteina, sempre tramite i sensori di questo macchinario si potrà capire se la malattia è già in atto, se è solo iniziale o se si tratta solo di un “rischio imminente”. Una precisione davvero impressionante che su 99 sospetti casi di tumore ne ha inovinati più della metà! I ricercatori sono sicuri che in poco tempo questo semplice “analizzatore di respiro” ci libererà dall’incubo della endoscopia, della gastroscopia e di tutti quei bruttissimi esami che attualmente sono l’unico mezzo diagnostico che abbiamo. Lo studio procede, proprio in questi mesi, su un campione più vasto (oltre 400 persone) in tutta Europa.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico