Home » Benessere » Mente e corpo: la competizione sportiva è per maschi

Mente e corpo: la competizione sportiva è per maschi

Non saltate a conclusioni affrettate. Non è un articolo sessista! E’ solo la cronaca di una ricerca condotta dall’università americana del Michigan che ha analizzato la dedizione sportiva di uomini e donne e ha scoperto che la competizione, la consacrazione della vita totalmente allo sport è prerogativa maschile, non femminile. Non per forza questo è un complimento per l’uomo, anzi… .

La ricerca ha dimostrato che atleti uomini e atlete donne si dedicano al loro sport con la stessa determinazione e attenzione, e sono entrambi molto competitivi. Ma mentre le atlete oltre alla vita sportiva cercano di portare avanti anche quella “umana” (studio, lavoro, famiglia, sentimenti) per i maschi esiste solo l’allenamento, la gara e il successo. Il campione maschio si dedica allo sport come se non avesse altri scopi oltre quello, la campionessa invece magari tra una corsa e l’altra prende anche una laurea! Un test condotto su 1.147 corridori di lunga distanza in competizione nei 5000 metri nell’US National Collegiate Athletic Association, ha evidenziato che mentre i maschi si sono concentrati sulle gare senza pensare ad altro le donne sono riuscite a portare avanti lo sport agonistico insieme ad altri impegni extra sportivi. Sarebbe un punto a loro favore, che ancora una volta ci indica come le donne riescano a eccellere in molti campi rispetto agli uomini… magari sacrificando una medaglia per un esame a scuola, ma ritrovandosi a fine carriera con una marcia in più.

admin

x

Guarda anche

Per evitare l’Alzheimer fate palestra da giovani

Fare movimento, attività fisica, ginnastica, palestra da giovani … dove per giovani si intende anche ...

Condividi con un amico