Home » Benessere » A Perugia esiste il "robot farmacista"

A Perugia esiste il "robot farmacista"

E’ piccolo, instancabile e sfruttato oltre ogni limite. No, nessun reato… perchè il farmacista speciale di cui stiamo parlando è un robot. Una macchina geniale per la prima volta messa al servizio della produzione di medicinali e che è stata assegnata all’ospedale di Perugia. Il robot farmacista si chiama “APOTECAchemo” e ha il compito di preparare e controllare le dosi dei medicinali, soprattutto di quelli oncologici.

E’ sempre triste quando le macchine prendono il posto dell’uomo, ma nel caso dei reparti oncologici è molto utile. Spesso stressati dai turni, a volte costretti a far fronte a tanto lavoro con poco personale, medici e infermieri rischiano di commettere errori per stanchezza. E sbagliare la dose di una chemioterapia (come dimostrano precedenti casi drammatici) significa uccidere il paziente. Ecco allora che ci si affida al robot, al computer che non si stanca mai. Dosa uno per uno i farmaci personalizzati, li controlla e ne valuta la sicurezza e può farlo per ore e ore, senza bisogno di pause caffé o di riposini.

La farmacia oncologica dell’ospedale di Perugia è entusiasta di questo aiuto speciale, che oltre a preparare i farmaci ne garantisce la tracciabilità in modo da evitare sprechi inutili. Il robottino farmacista potrà così effettuare a pieno ritmo circa 30.000 preparazioni mediche all’anno, con un enorme guadagno di tempo e soprattutto per il reparto di oncologia pediatrica. L’ospedale di Perugia si è guadagnato questo privilegio per i successi raggiunti in campo di assistenza e sicurezza, ma condividerà i risultati dell’uso del robot con tanti altri centri che potranno collaborare in rete con quello principale.

admin

1 Commento

  1. Per quale motivo dovrebbe essere triste? E’ invece una meraviglia che i robot si occupino dei compiti lavorativi con maggior successo anche in campi delicati, lasciando all’essere umano una miglior qualità di vita e tempo libero per coltivare le proprie passioni.

x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico