Home » Benessere » Cancro alle ovaie: l'analisi del sangue lo rivela in anticipo

Cancro alle ovaie: l'analisi del sangue lo rivela in anticipo

I tumori tipicamente femminili, nel 90% dei casi, sono diagnosticati troppo tardi perché vengono senza sintomi. Oppure con sintomi molto banali, riconducibili ad altri tipi di patologie. Uno di questi è il cancro alle ovaie. I primi sintomi sono dolore addominale, gonfiore, qualche problema di nausea e spesso viene scambiato per influenza o per dolori da ciclo mestruale. Quando l’ecografia lo evidenzia a volte è già tardi. Ecco perchè la scienza accoglie con entusiasmo la nuova scoperta dello University College di Londra.

Il nuovo esame si basa su una semplice analisi del sangue, che però sarebbe in grado -secondo le ricerche effettuate- di individuare con largo anticipo il tumore alle ovaie prima che comincino i sintomi. Tutto merito di una proteina in grado di identificare la sostanza CA125, il cui incremento si lega quasi sempre alla presenza di un disturbo o di una massa alle ovaie. Dato che la presenza di questa sostanza lascia tracce nel sangue, ecco che con un semplice prelievo si otterranno i primi risultati “sospetti” e da lì si potrà intervenire subito in modo mirato.

Uno studio durato 14 anni, che ha analizzato 50.000 donne e si è rivelato efficace nell’86% dei casi lascia più che ben sperare. Nella lotta contro il cancro ovarico la tempestività conta forse più che in altre malattie, per cui aver trovato un mezzo per scovare la malattia con diversi mesi di anticipo è un enorme passo in avanti. Lo sanno bene i ricercatori che dichiarano: “Di fatto non sappiamo ancora se e quante vite umane abbiamo salvato, ma presto (in autunno, n.d.a.) avremo i risultati definitivi e noi crediamo di aver avuto un buon successo” .

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico