Home » Benessere » Dimenticare il cancro con un tatuaggio

Dimenticare il cancro con un tatuaggio

C’è una nuova “industria” che si sta sviluppando intorno ai reparti di oncologia e chirurgia. E’ quella della “fiducia in se stessi” che mira a dare alle persone malate di cancro servizi di bellezza e di sostegno psicologico, ma anche fisico, per farle sentire ancora belle, sane come prima. Specialmente per le donne. Esistono già parrucchieri ed estetisti specializzati per curare le signore dopo la chemioterapia, ma adesso si aggiunge anche l’idea vincente per mascherare le cicatrici.

L’idea è venuta a David Allen, un artista specializzato nel realizzare tatuaggi anche in zone molto delicate del corpo, come l’inguine o il seno. Bisogna saper maneggiare bene ago e colori quando si sfiorano parti così morbide e sensibili, ma se l’alternativa è lasciare allo scoperto bruttissime cicatrici post-mastectomia tutto passa in secondo piano. Le donne che subiscono operazioni al seno, siano esse asportazioni o semplici biopsie, devono accettare le ferite che quella bellissima parte del corpo porterà per sempre. A meno che … appunto, non le si nasconda in modo artistico!

E così, in un mondo in cui ormai il corpo umano è una tela su cui chiunque può dipingere di tutto, qualche tatuaggio non farà più impressione a nessuno. Su un seno ferito possono fiorire farfalle colorate, rami intrecciati pieni di boccioli, simboli, soli, scritte artistiche. Tutto curato ad arte, magari partendo dal collo o dalla spalla, così non si capirà l’intento. Si tratta di tatuaggi definitivi, non fatti con l’ago ma con l’inchiostro, ma un inchiostro che si assorbe sottopelle e diventa tutt’uno, indelebile. Come indelebile rimane il ricordo della malattia … sperando che sia sempre un ricordo e non una realtà.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico