Home » Benessere » Occhio "wireless", ora è realtà

Occhio "wireless", ora è realtà

Passi da gigante nella ricerca medica oculistica. Siamo passati in poco tempo dalle protesi all’occhio bionico e stiamo già sperimentando l'”occhio bionico senza fili”. Un sistema vero e proprio in “wireless” per leggere ed elaborare le immagini al posto di un occhio malato o mancante! L’idea straordinaria viene dall’Australia, sede della prestigiosa Monash University di Melbourne.

Dopo i primi risultati eccezionali in laboratorio si sta già organizzando la sperimentazione che dovrebbe iniziare nel 2016. Il nuovo occhio bionico funziona con una cinecamera digitale montata sugli occhiali: con questa l’occhio “legge” le immagini e le fa elaborare a un software per ora grande come un telefono cellulare che le trasmette, tramite antenna, a un chip inserito nel cervello. Siamo ancora agli inizi, per cui il piccolo computer riesce ancora a individuare poche immagini, dato che per una piena potenza servirebbero troppi elettrodi nel cervello.
Ma si sta lavorando per rendere le immagini recepibili tramite una tecnica “di puntinismo” in modo che non servano troppi elementi per la loro registrazione. Per ora si sta sperimentando -in modo soft, senza chip impiantati- su persone sane, vedenti, come un gioco … ma se tutto funziona come previsto, per chi non vede sarà un miracolo vero e proprio.

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico