Home » Benessere » AIRC: celebrare 50 anni in piazza

AIRC: celebrare 50 anni in piazza

Domenica 10 maggio è la Festa della Mamma e come da tradizione degli ultimi 30 anni, anche in questo 2015, questa festa dell’amore sarà celebrata con i banchi e le piantine dell’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro. AIRC mette ancora una volta in piazza 20.000 volontari per aiutare a raccogliere fondi preziosi per la ricerca che spesso si sostiene solo grazie a queste donazioni.

Saranno 3.600 le piazze coinvolte nella vendita dell’Azalea della Ricerca, fiore simbolo della battaglia contro i tumori femminili. Si potrà comprare con una spesa minima di 15 euro e in un solo gesto si farà un regalo alla propria mamma e un regalo (immenso) a tanti malati di cancro che avranno speranze in più. E se il fiore di AIRC è una tradizione da tre decenni, l’associazione quest’anno celebra ben 50 anni di vita e di attività! In tanto tempo ha fatto moltissimo ed è anche grazie al suo lavoro se oggi il cancro, in molte forme, è diventato curabile!

La sopravvivenza è aumentata, alcune neoplasie si possono trattare quasi come malattie croniche eppure l’ottimismo va frenato. Se è vero che di cancro si muore meno (e in Italia abbiamo il tasso di guarigione tra i più alti d’Europa) è anche vero che ci si ammala sempre di più. Colpa del solito inquinamento, degli stili di vita sbagliati che si vanno ad aggiungere a quella componente genetica che spesso scatena tutto. Importantissima la ricerca, ma ancor di più la prevenzione. E’ chiaro che non ci si può controllare sempre e di tutto, se no si spenderebbe una fortuna in visite mediche, ma è giusto effettuare almeno un controllo l’anno e soprattutto cercare di vivere e mangiare in modo saggio e mai esagerato. Il buonsenso ci salva dal cancro prima ancora che qualsiasi azalea!

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico