Home » Benessere » I batteri funzionano come il DNA

I batteri funzionano come il DNA

Brutti sono proprio brutti… molto spesso sono anche cattivi, anche se la maggior parte di quelli che ci portiamo in corpo sono in realtà nostri preziosi alleati. Parliamo dei batteri che, a quanto pare, ci riservano incredibili sorprese man mano che la ricerca scientifica ne mette a nudo le caratteristiche. Al punto che forse potrebbero essere usati al posto del DNA per identificare una persona!

Ci dice questo il risultato di una ricerca condotta ad Harvard e pubblicata sulla rivista PNAS. I batteri e i micro organismi che abbiamo in corpo sono in se stessi una sorta di “firma” inconfondibile che caratterizza un corpo e non un altro. Unici al mondo, come è unico il DNA di ognuno di noi, però più accessibili. E se da decenni ormai si tenta di leggere il DNA per capire di più su noi stessi, con mezzi davvero complessi, in futuro basterà una semplice analisi del “microbioma umano” per avere gli stessi risultati anche in meno tempo.

Il “microbioma” è la popolazione dei microrganismi che popola le nostre viscere. Microscopici esseri viventi che contribuiscono a formare la nostra persona e che portano in sé il materiale inconfondibile di cui ognuno di noi è fatto. Un batterio mio non sarà mai uguale al batterio di qualcun altro. Ecco come mai, dopo lunghi esperimenti condotti su 242 persone (con campionatura della saliva, della pelle e delle feci), grazie a un algoritmo appositamente pensato, si è potuta stilare la “carta di identità biologica” di ognuno di quei soggetti e si è visto che nessuna era uguale all’altra. Leggere nei batteri le caratteristiche uniche di un corpo potrebbe velocizzare -in futuro- molti esami, anche quelli della polizia quando deve risalire alle tracce di un assassino o di una vittima. Ulteriore vantaggio: la campionatura dei batteri rimane integra anche dopo un anno dalla sua raccolta, per cui questo potrebbe avvantaggiare di parecchio, sempre restando nel campo delle indagini.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico