Home » Benessere » Meningite: in Toscana un nuovo caso, ma non è grave

Meningite: in Toscana un nuovo caso, ma non è grave

Toscana senza pace! La Meningite torna a colpire e lo fa su una donna di Firenze, confermando quindi che la malattia è presente anche nelle grandi città. Una preoccupazione in più per il rischio contagio, sebbene siano solo 18 i casi accertati dall’inizio dell’anno a oggi. Purtroppo la Meningite è una brutta malattia, difficile anche da diagnosticare.

Spesso confusa con sintomi influenzali, quando viene prescritto il ricovero a volte è tardi e già alcune persone, in Toscana, hanno perso la vita. Non è colpa dei medici, è qualcosa che davvero si riscontra con difficoltà. La donna di 47 anni -ora ricoverata all’ospedale di Careggi- si è presentata con i classici sintomi: forte mal di testa, vomito, febbre. Gli esami hanno confermato la sua positività al meningococco C, anche se per fortuna le sue condizioni non sembrano così gravi e quasi certamente se la caverà. La regione non è rimasta con le mani in mano, dato che ormai si parla chiaramente di epidemia: sono stati 89.809 i vaccini già distribuiti alle ASL e altri 117.825 arriveranno presto.

La campagna per la vaccinazione continua, ma non ce ne sarebbe nemmeno bisogno. La paura che serpeggia tra la gente fa sì che tutti, ormai, vogliano quel vaccino! I vaccini anti Meningite in Toscana sono distribuiti gratuitamente già da alcune settimane e lo saranno ancora, per tutti, fino a rientro completo dell’allarme. Si consiglia di vaccinare le persone di età compresa tra 11 e 20 anni, perché tramite le scuole il contagio potrebbe essere fatale, ma la vaccinazione si estende anche a soggetti over 40 nelle zone dove il rischio è più alto.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico