Home » Benessere » Giovani medici in attesa di specializzazione: protesta al MIUR

Giovani medici in attesa di specializzazione: protesta al MIUR

In Italia c’è assoluto bisogno di: 794 anestesisti, 462 chirurghi, 456 radiologi, 421 pediatri, 414 medici interni, 387 cardiologi, 308 medici per emergenze e urgenze, 306 ortopedici, 296 ginecologi e 276 psichiatri. Avete idea di quanti posti di lavoro sono? E allora come mai i nostri giovani medici devono emigrare all’estero per esercitare, o anche solo per studiare? Semplice…perché le scuole di specializzazione non prendono più nessuno.

Un paradosso vergognoso, se consideriamo che la sanità è al collasso e che tutta questa forza giovane sarebbe un aiuto prezioso. Se dipendesse dal ministro della Salute, Lorenzin, forse le acque si sarebbero mosse da tempo ma per i concorsi delle scuole la competenza è del ministero della Istruzione (Giannini) e qui sta l’intoppo. Proprio davanti al ministero, infatti, sono andati a protestare di nuovo gli specializzandi guidati da Coordinamento Mondo Medico. Quello che chiedono è molto semplice: poter completare gli studi con la specializzazione. Hanno studiato per 6 anni, passato selezioni molto dure e arrivati al momento di mettere in pratica le loro conoscenze in campi specifici gli viene detto che non si può fare.
E mentre si aspetta la pubblicazione del bando per le scuole di specializzazione 2015 e le decisioni sui ricorsi delle matricole in eccesso, i ragazzi si organizzano come possono. Ma è davvero un peccato, uno spreco assurdo, mandare tanti ragazzi promettenti a ingrandire gli ospedali di Parigi, Madrid, Londra e New York mentre qui da noi si cercano disperatamente medici! I ragazzi, tramite le loro associazioni, chiedono e pretendono il loro futuro. Chiedono e pretendono concorsi e borse di studio. Dovrebbero essere minimo 8.000 !

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico