Home » Benessere » Cancro: il "no" delle donne al fumo

Cancro: il "no" delle donne al fumo

E’ stata presentata ieri la campagna anti-fumo della WALCE. Il nome non è altro che la sigla di Women Against Lung Cancer in Europe (donne europee contro il tumore al polmone), un’associazione che intende convogliare l’impegno femminile nella lotta contro uno dei tumori più aggressivi e diffusi al mondo: quello al polmone. Una malattia, tra l’altro, che non guarda in faccia nessuno e colpisce maschi e femmine allo stesso modo.

In particolare oggi, che le donne “emancipate” bevono e fumano come e più degli uomini, sono le più esposte ai problemi che derivano da questi abusi. E così, proprio loro, le donne, dicono “no” al fumo e sì alla campagna contro il cancro. Partiranno in tour tra pochissimo e saranno annunciate da una “sigaretta gigante” sistemata nelle piazze principali a formare un tunnel (lungo 14 metri) da percorrere fino in fondo per conoscere. Totem informativi, esami gratuiti, gadgets… tutto questo verrà incontro al visitatore che vorrà fare questa passeggiata speciale “dentro” il problema fumo, letteralmente.

Lo slogan è “Esci dal tunnel. Non bruciarti il futuro” e partirà dal 31 maggio da Torino toccando Bari, Milano, Bologna e infine Roma. Ma se le piazze coinvolte direttamente sono solo queste, il passaggio del “tour” riguarderà tanti altri centri e sicuramente l’attenzione dei media. La situazione italiana, riguardo al cancro ai polmoni, è seria: 11 milioni di fumatori, una persona su quattro fumatrice “passiva”, il 18% dei fumatori donna e un 80% che ignora del tutto le conseguenze drammatiche del fumo sulla salute. Il fumo non è solo causa di cancro al polmone ma anche di problemi di asma, bronchite e rinite, oltre che di decine di allergie.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico