Home » Benessere » La proteina fluorescente e lo "zoo dei microbi"

La proteina fluorescente e lo "zoo dei microbi"

Una ricerca pubblicata su PLOS ONE rivela che è stata scoperta una proteina con proprietà fluorescenti. Essa ha l’enorme vantaggio di permettere ai ricercatori di seguire la nascita e il progredire della malattia -il cancro, ad esempio- nei singoli passaggi tra cellule. Sarà presto possibile capire quando e dove si sviluppa un male, quali individui ce l’hanno e in che quantità.

Nell’entusiasmo generale ci si domanda se un giorno, non molto lontano, non vedremo anche lei, anche questa proteina fluorescente, nell’incredibile “zoo dei microbi” di Amsterdam! L’idea è venuta al bioparco “Natura Artis Magistra” della capitale dell’Olanda che già ospita esemplari di piante e di animali di ogni specie, razza o dimensione. I gestori si sono allora domandati: perché non creare anche un settore dedicato ai microbi, a tutti quegli esseri invisibili ma presenti nel nostro quotidiano che determinano il nostro bene e il nostro male?

Ed ecco che parte il progetto MICROPIA, in una sala dove tutto ci parla del microscopico. Uno scanner permette di fotografare e di analizzare, al microscopio, i nostri capelli, le nostre unghie, una mollica trovata sul maglione e ammirare -se così si può dire- la quantità incredibile di microbi che ci portiamo dietro normalmente! Grazie a MICROPIA impareremo che i microbi non sono solo esseri cattivi che ci fanno ammalare, ma sono anche un aiuto prezioso per il nostro corpo: alcuni di essi diventano medicine, altri aiutano l’industria alimentare e perfino quella della produzione di nuovi tipi di energia pulita.

admin

x

Guarda anche

Bebè riconoscono volti già nel pancione

I bebè riconoscono i volti già nel pancione. A sostenerlo è una ricerca condotta dalle ...

Condividi con un amico