Home » Benessere » Italiani e infarto: dopo l'evento cala la prevenzione

Italiani e infarto: dopo l'evento cala la prevenzione

In Italia siamo molto attenti alla prevenzione dei problemi cardiaci, in particolare ci controlliamo assiduamente per paura dell’infarto. Però, molto spesso, col tempo l’attenzione cala e la gente smette di tenersi sotto controllo, soprattutto se sopravvive al primo infarto. Se ne discute a Roma, al congresso che raccoglie tutti gli esperti di malattie cardiache del nostro Paese. In poche parole, gli italiani hanno paura del primo infarto ma si “lasciano uccidere” dal secondo!

Se si subisce l’infarto la prima volta e se ne esce vivi ci si convince che il peggio è ormai passato e si tende ad abbandonare ogni precauzione. Nonostante le terapie che vengono prescritte, soprattutto per tenere sotto controllo il colesterolo, col tempo la persona smette di seguirle e si “culla” sul fatto che ormai si andrà solo a migliorare. Ma le statistiche invece dimostrano che chi ha già subito un infarto ha molte più probabilità di subirne un secondo e che il secondo quasi sicuramente sarà quello mortale. Bisogna anche dire, però, che spesso i pazienti infartuati vengono lasciati soli a gestire le terapie del “dopo” e non sempre sanno come fare.

In realtà queste persone andrebbero monitorate almeno per un anno dopo l’infarto. Devono imparare a seguire una dieta specifica, a prendere determinate medicine, a riconoscere determinati sintomi, a tenere sotto controllo il colesterolo con controlli medici continui. Perché ciò avvenga devono essere stimolati a farlo, proprio per evitare che smettano di interessarsi, anche perché la conseguenza dell’infarto non sempre è un secondo infarto. A volte è anche un ictus o una trombosi. Il malato infartuato deve prendere coscienza che quello che ha superato non è l’unico rischio ma solo uno dei tanti e fare ancora più attenzione alle indicazioni mediche. L’impegno deve aumentare, non diminuire, dopo lo scampato pericolo. Solo così si potrà davvero garantire una lunga vita.

admin

x

Guarda anche

Uova contaminate da Fipronil: quali rischi per la salute

In Europa cresce la paura legata al caso delle uova contaminate da Fipronil, un insetticida ...

Condividi con un amico