Home » Benessere » La terapia anticancro secondo Emma Bonino

La terapia anticancro secondo Emma Bonino

Fino a qualche mese fa era una delle tante donne che lottava contro un tumore, con il fazzoletto a coprire la caduta dei capelli, i cerotti al braccio a testimoniare la chemioterapia e le speranze riposte in quella lettera a Papa Francesco. Oggi, Emma Bonino, è una donna che manda messaggi incoraggianti dopo che le analisi hanno evidenziato la scomparsa della malattia dal suo corpo.

C’è chi ha parlato di miracolo -dopo l’incontro col Papa- chi di malattia presa in tempo, ma lei, personalmente, cosa pensa sia accaduto? Come mai un corpo non più giovane e certamente non in ottima salute ha saputo sconfiggere in pochi mesi una malattia così aggressiva come il cancro al polmone? Lei non ha dubbi, e lo dice a gran voce al convegno “IEO per le donne”: l’ottimismo! Continuare a pensare, parlare, sognare come se il domani ci fosse eccome! “Io sono una persona, non sono un tumore” avrebbe dichiarato per far capire che estraniarsi dalla malattia è uno dei modi migliori per batterla.

La Bonino parla di “sette alleati” e sebbene non ce li sveli tutti si possono intuire facilmente: cure mediche, fiducia, atteggiamento positivo … tante piccole cose che alla fine si riassumono in una sola: guardare al domani. E soprattutto non lasciarsi farcire la testa dai drammi altrui. La Bonino non ha mai consultato Internet, durante la lotta al tumore, non voleva confronti ma soprattutto non voleva cadere nella trappola delle cure facili e strane. Si è affidata completamente agli oncologi e ha seguito alla lettera le cure che le davano, anche le più pesanti, senza smettere di pensare a cosa avrebbe fatto una volta guarita. Il suo spirito combattivo e ottimista ha curato il male molto meglio di decine di sedute di chemio.

admin

x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico