Home » Benessere » Maturità alle porte: ecco come affrontarla con mente e corpo

Maturità alle porte: ecco come affrontarla con mente e corpo

Rieccoci al varco. La scuola sta per finire e gli esami di Maturità si avvicinano a grandi passi. Non solo quelli… saranno sotto esame anche i giovanissimi delle medie e poi seguiranno anche gli esami di ammissione agli atenei. Estate dell’ultimo anno, altro che relax! Ma come affrontare questo duro periodo di ansie e di fatica al meglio, con corpo e mente in perfetta forma?

La risposta la dà la dottoressa Paola Vinciguerra, psicoterapeuta, presidente della Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico. Per prima cosa spieghiamo cosa sono, questi attacchi di panico. Si tratta di “raptus” di ansia che travolgono una persona all’improvviso e le causano aumento dei battiti, sbalzi pressori, sensazione di mancanza d’aria e sensazione di svenimento. Anche se non tutti vivono questi sintomi con questi livelli di gravità, l’attacco di panico è spesso presente in chi deve affrontare una prova pesante… come appunto gli esami di Maturità. Eppure un modo per farcela esiste. Anzi, più d’uno.

Per prima cosa bisogna concentrarsi solo sul contenuto della prova: le materie di scuola. Evitare di pensare “e se deludessi papà”, “e se prendessi un voto più basso dell’amica”, “e cosa diranno i parenti” e idee simili. Liberare la mente da tutto ciò che non sia scuola, e basta. Questo già aiuta a diminuire il carico di ansia. Poi: crearsi un programma preciso di lavoro giornaliero, che comprenda -tra un’ora di studio e l’altra- anche pause di movimento, passeggiate, corse, tiri a canestro, nuotate in piscina… Fate in modo che ogni giornata finisca con una serata in compagnia, così da scaricare la tensione e condividere le paure. Evitate però nel modo più assoluto di “sballarvi”: alcol e droga vi illudono di togliervi i pensieri invece accentuano le vostre ansie. Un consiglio anche a mamma e papà: evitate di trasmettere ai ragazzi le vostre ansie. Dite loro che andrà tutto bene, che tutti ci sono passati e non è morto mai nessuno.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico