Home » Benessere » Tacco 12 si nasce? Sì, ma senza esagerare

Tacco 12 si nasce? Sì, ma senza esagerare

Sembra brutto parlarne alla vigilia dell’inizio dell’ennesimo “reality show” dedicato proprio a loro. Alle scarpe con i tacchi, precisamente al tacco alto. Lo propone il canale televisivo LaCinque, col programma “Tacco 12… si nasce!” in cui tre aspiranti stiliste dovranno scegliere la scarpa col tacco adatta a ogni occasione e farsi giudicare, per questo, da alcuni esperti!

Ma forse anche una trasmissione che esalta i tacchi può servire a far pubblicità alla prevenzione, intesa come attenzione alla propria salute. Perchè il tacco 12 non è per tutti, e anche chi ha il fisico per portarlo dovrebbe considerare alcuni accorgimenti, altrimenti il rischio di soffrirne conseguenze pesanti è alto. Se si indossano tacchi troppo alti costantemente e a lungo (per esempio, per 3 anni) il riflesso sulle articolazioni e sulla schiena potrebbe essere dannoso e irrecuperabile. Il primo danno è ai piedi, che si deformano e cambiano la lunghezza del tendine. Il secondo danno avviene nelle caviglie, dove due muscoli su quattro si sviluppano oltre i propri limiti, stravolgendo l’equilibrio della articolazione.

Infine, tutto questo cambiamento di postura si riflette sullo scheletro e sui nervi, fino a coinvolgere la schiena. E sebbene nell’immediato non si abbiano disturbi, i dolori (anche forti) che verranno negli anni a venire saranno un vero problema. Lo studio, condotto dalla Hanseo University in Corea del Sud, si aggiunge a tanti altri già condotti finora e che giungono alle medesime conclusioni. Tacco 12 si nasce? Meglio di no! Tacco 12 si può diventare, per una sera o due, per un paio di giorni a settimana ogni mese, ma non di più. Non sempre. Non al punto da rovinarsi la schiena per sembrare più alte.

admin

x

Guarda anche

Vacanze finite: come affrontare stress da rientro

Affrontare nel modo giusto lo stress da rientro è fondamentale per rientrare nella routine quotidiana ...

Condividi con un amico