Home » Benessere » La corsa che guarisce

La corsa che guarisce

Premesso che ormai la parola “tumore” non deve suonare più terribile come un tempo, che la sopravvivenza si è allungata e che i progressi permettono di guarire, possiamo aiutare moltissimo la medicina con alcuni comportamenti naturali che ci vengono in soccorso anche di fronte a diagnosi che suonano terribili. L’esercizio fisico, il divertimento e il relax sono tra questi.

Di recente, un gruppo di donne curate e guarite dal tumore presso la clinica del professor Veronesi hanno partecipato alla maratona di New York e, ovviamente, non con con lo scopo di vincere ma con lo scopo di divertirsi e portare un messaggio ottimista ad altre donne come loro. Gli esperti sono concordi. Quella corsa ha fatto bene a quelle donne, e farà bene anche a chi -ancora ammalata- deciderà di seguire il loro esempio. Addirittura, alcuni consigliano ginnastica e sport anche in pieno trattamento chemioterapico.
Uno studio olandese ha verificato gli effetti benefici di questa abitudine su alcune donne sottoposte a quelle terapie.

Su 230 pazienti operate di carcinoma alla mammella, in cura con chemio e radioterapie, i ricercatori hanno ordinato di affiancare ai farmaci anche un piano di allenamento quotidiano. Corsa, brevi esercizi di ginnastica, molte passeggiate. Si è subito visto che il movimento alleviava immediatamente gli eventuali effetti collaterali delle cure (nausea, stanchezza, dolori) e che in alcuni casi contribuiva ad aumentare la positività dell’umore, dando nuova forza al corpo. Non possiamo dire con certezza che ha contribuito alla guarigione, in coloro che sono guarite, ma sicuramente ha avuto effetti importanti che hanno aiutato ad affrontare il periodo della cura con molta meno ansia e fatica.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico