Home » Benessere » Il piccolo "fabbricatore di capelli" che aiuta i malati di cancro

Il piccolo "fabbricatore di capelli" che aiuta i malati di cancro

Molti lo hanno criticato, o meglio hanno criticato i suoi genitori che potrebbero approfittare della fama del figlio per biechi motivi egoistici. Ma tantissimi altri credono al messaggio che questo bimbetto americano sta lanciando al mondo. Lui si chiama Christian McPhilamy, ha solo 8 anni e vive in Florida. Qualche tempo fa rimase colpito da una trasmissione televisiva che parlava dei malati di cancro e delle cure che fanno perdere loro i capelli.

Piccolo com’è si è chiesto: e io come posso aiutarli? Non ha ancora l’età per studiare medicina, nemmeno quella per andare a fare il volontario in ospedale… ma ha dei bei capelli! E così la scelta è immediata. Christian smette di andare dal barbiere e lascia crescere i propri bellissimi capelli biondi. Li ha fatti crescere senza mai più toccarli per due anni interi, al punto che gli sono arrivati quasi al bacino, al punto che lo prendevano in giro perché sembrava una femminuccia.
Ma alla fine dei due anni, tagliando quei lunghi capelli e tornando ad essere un maschietto, Christian ha potuto ricavare diverse parrucche da donare ai malati sottoposti a chemioterapia. Ha pensato ai bambini, naturalmente, e saranno quattro suoi coetanei i fortunati ricevitori di questo prezioso dono. Ora che ha di nuovo un ciuffetto sbarazzino sulla fronte, Christian sta cercando di decidere se rifarlo ancora. E siamo pronti a scommettere che lo rifarà. E in ogni caso, con un solo gesto, un bimbo di 8 anni ha dato un segnale fortissimo a tutti. Donare i capelli, fabbricare parrucche, è qualcosa che possiamo fare tutti… indolore, economico e scientificamente valido. E’ ormai provato che sentirsi belli, ritrovare la sicurezza in se stessi anche con una bella parrucca, aiuta molto i malati di cancro.

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico