Home » Benessere » Un gruppo sanguigno contro l'Alzheimer

Un gruppo sanguigno contro l'Alzheimer

Basta avere un gruppo sanguigno particolare per proteggersi dalla malattia di Alzheimer? Pare proprio di sì, secondo quanto ci rivela lo studio italiano condotto presso l’IRCCS San Camillo di Venezia, in collaborazione con l’università di Sheffield. Per la precisione, se avete in corpo il gruppo sanguigno di tipo ZERO vi difendete da soli, e in modo naturale, da questa malattia.

A quanto pare, chi ha il gruppo 0 avrebbe una quantità maggiore di materia grigia cerebrale, rispetto agli altri, e dunque più probabilità di avere un cervello sano fino alla fine. Secondo questo nuovo studio, ci sarebbe una sorta di influenza tra i gruppi sanguigni e lo sviluppo del sistema nervoso oppure del suo declino irrimediabile. Ecco come mai questo legame con l’Alzheimer. Analizzando 189 volontari sani, i ricercatori hanno visto che chi aveva gruppo sanguigno 0 presentava più materia grigia per natura, in particolare ne hanno di più nella zona posteriore del cervelletto, e questo non è un dato come tanti.

E’ proprio quella la parte che per prima viene colpita e distrutta dall’Alzheimer, insieme all’ippocampo sinistro. La maggior presenza di materia cerebrale pare garantisca un miglior ricambio delle cellule e dunque una oggettiva difficoltà ad ammalarsi, sebbene questa ipotesi sia ancora al vaglio di ulteriori studi. Si devono infatti approfondire i collegamenti tra la presenza di uno specifico gruppo sanguigno e la maggior quantità di materia grigia … come mai questo si determina? E’ davvero tutto merito del gruppo sanguigno? Esistono eccezioni che confermino la regola? Il cammino è lungo, ma la strada si prospetta davvero interessante.

admin

x

Guarda anche

In cerca di un donatore per bimba con rarissima leucemia

Una bimba italiana di soli 3 anni e già impegnata in una guerra terribile e ...

Condividi con un amico