Home » Benessere » Staminali pluripotenti made in Italy

Staminali pluripotenti made in Italy

Potenziare le staminali per dar loro ancora più efficacia contro diverse malattie. Viene dall’Italia, precisamente dal Centro di Biomedicina dell’Accademia Europea di Bolzano (EURAC), il nuovo metodo in grado di semplificare quel processo per l’ottenimento di cellule staminali pluripotenti indotte. Si tratta di un metodo che esiste ma che si basa sull’utilizzo di campioni di sangue fresco.

Il metodo progettato a Bolzano, invece, permette la regressione di cellule allo stato embrionale anche se provenienti da campioni di sangue congelato diverso tempo prima, anche se provenienti da soggetti adulti. Le cellule vengono riprogrammate per lavorare sui test delle cure per diverse malattie, ma esse stesse possono diventare parte di quella cura, elementi fondamentali per combattere e distruggere il male con terapie nuove. Una volta bisognava centrifugare il sangue fresco con reagenti che separavano le cellule da riprogrammare. Ora, col nuovo modo di processare il tutto, partendo da cellule di sangue di qualsiasi tipo e con molti meno reagenti si ottiene lo stesso risultato nella metà del tempo! Riducendo il tempo si riducono anche i costi ma soprattutto le attese dei pazienti che possono ricevere la cura necessaria prima del previsto.
Inoltre, il vantaggio di applicare questa analisi su campioni congelati permette di prelevare gli elementi una volta sola e per sempre, invece di richiedere sempre nuove raccolte di sangue, anche questa una perdita di tempo e di denaro. La possibilità di sfruttare al meglio la potenza delle cellule staminali unita al genio italiano per la scienza potrebbe davvero aprire nuove prospettive per molte malattie.

admin

x

Guarda anche

Seu, no al latte crudo ai bambini

L’infezione Seu torna a fare paura in Puglia. Nelle scorse settimane, infatti, altri due bambini, ...

Condividi con un amico