Home » Benessere » In America si lavora al farmaco che ripara le ferite all'istante

In America si lavora al farmaco che ripara le ferite all'istante

Pensate soltanto ai danni che il corpo subisce dopo un incidente stradale. Nella migliore delle ipotesi tra emorragie e amputazioni si rischia l’invalidità a vita. Pensate a quante volte l’ambulanza non arriva in tempo, i medici non riescono a salvare il paziente … e pensate ora a quanto sarebbe meglio se qualcosa venisse in aiuto proprio al lavoro di quei medici.

Potrebbe farlo presto il farmaco del futuro che si sta mettendo a punto negli USA, presso lo UT Southwestern Medical Center. Un farmaco, una pillola probabilmente, che permetterà di riparare i tessuti danneggiati all’istante, velocizzando così i tempi di cura e salvando vite. Si sta testando, al momento, sugli animali e sui topi con danni al colon, al fegato e al midollo ha avuto effetti eccezionali. Si chiama Sw033291, il farmaco del “miracolo”, e si tratta di una sorta di rinforzo per le cellule staminali che le aiuta ad agire due volte più in fretta del normale.

La molecola -che è prodotta naturalmente dall’organismo e si chiama prostaglandina E2 o Pge2- permette al nostro corpo di guarire, alle ferite di sanarsi, alle emorragie di fermarsi. Se in corpo non ce n’è abbastanza potrebbe essere un problema, dovuto anche a un gene che inibisce tale produzione molecolare. Se si blocca quel gene, però, si riattivano le funzioni di risanamento gestite dalle staminali. E proprio questo fa il nuovo farmaco sperimentale che sembra già avere una potenza inaspettata e che potrebbe o diventare lui stesso una cura o fare da base per creare nuovi medicinali atti allo scopo di rigenerare il corpo ferito, insieme o in attesa del lavoro del medico.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico