Home » Benessere » Tagli alla sanità: è tempo di dire basta

Tagli alla sanità: è tempo di dire basta

Loro, l’accordo, lo hanno raggiunto: è successo ieri, che si sono venuti incontro Ministero e regioni sulla questione tagli alla sanità. La Conferenza Stato-Regioni ha stabilito che i 2,352 miliardi di euro in meno stabiliti dalla Legge di Stabilità possono anche andar bene, ma che molte cose dovranno essere riviste e cambiate.

Unica astenuta, la regione Veneto. Ma anche tra le regioni che hanno approvato serpeggiano i malumori. I tagli sono necessari per evitare al Paese la fine della Grecia, ma ci si domanda perché si continua a tagliare sempre e solo la Sanità, un settore che è davvero al collasso. Medici e infermieri non bastano più, le cure vengono offerte male per le carenze di personale e di mezzi, e ancora si continua a tagliare? Il Ministro Beatrice Lorenzin dichiara che “Abbiamo un’intesa che ci permette di compensare questo mancato incremento sul fondo senza che ci sia uno stravolgimento dell’impianto del patto della salute” e si dice sicura che il patto comunque sarà aggiornato e modificato.

Insomma, va bene l’accordo ma con delle condizioni. Il governo dovrà sedersi al tavolo con le regioni e portare a termine prima di settembre tutti i cambiamenti necessari a salvare baracca e burattini. Al tavolo siederanno rappresentanti dei ministeri della Salute e dell’Economia, delle Regioni e di AIFA, l’agenzia del farmaco italiana. La scadenza per l’approvazione definitiva è il 10 ottobre.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, fertilità maschile messa a rischio dal rumore

La fertilità maschile messa a rischio dal rumore. L’allarme arriva da uno studio condotto dall’università ...

Condividi con un amico