Home » Benessere » Cittadini, il governo vi invita a … fare sesso!

Cittadini, il governo vi invita a … fare sesso!

La Cina lo ha impedito per anni, costringendo i propri abitanti alla “legge del figlio unico” per paura di un sovraffollamento che forse non ci sarebbe comunque stato. Il risultato è stato che moltissimi cinesi hanno fatto ricorso alla selezione genetica per avere solo figli maschi e infatti, oggi, in quel Paese mancano le spose! Ma se la Cina aveva paura di troppi figli, il resto del mondo teme la scomparsa delle future generazioni.

L’Italia è tra i Paesi più “vecchi” del mondo, ma anche il Giappone, Cuba, le regioni scandinave vedono un divario enorme tra morti (tantissimi) e nascite (poche o nulla). Ecco che allora occorre ricordare ai propri cittadini quanto sia importante generare nuova popolazione e farlo come si deve. Per questo tanti governi addirittura INVITANO la gente a far sesso, in modo molto esplicito! A Singapore, un comunicato ufficiale del governo invitava i cittadini a “festeggiare la festa nazionale sotto le lenzuola col partner”! In Turchia si offrono soldi a chi fa sesso a scopo procreativo: 100 euro per il primo figlio, 200 per il secondo e così via!

I religiosissimi Iran e India magari non sono così “espliciti”, ma fanno sapere ai propri cittadini che “sarebbe bene avere almeno tre figli per coppia” … e a buon intenditor, poche parole! Invece, nella moderna Europa si guarda al lato pratico del sesso felice. In Italia, aumentano gli spot per invitare i giovani a far sesso sicuro, in Svezia invece aumentano i “premi” per i genitori con mesi di maternità e paternità pagati, fornitura di servizi per la cura del bebé mentre i genitori lavorano e così via. La Danimarca la butta sul patriottico e dichiara “Fatelo (il sesso!) per la Nazione”. Qui addirittura una cittadina isolata del nord-ovest ha firmato un impegno col sindaco che minacciava di chiudere le scuole per scarsa affluenza. La gente ha giurato: faremo di tutto per fare figli! Funzionerà?

admin

x

Guarda anche

Addio a Vincenzo Abate: fece nascere la prima “italiana in provetta”

La “sua” prima bambina oggi è una donna di 34 …. ma allora, quell’11 gennaio ...

Condividi con un amico