Home » Benessere » Retinite pigmentosa: il comportamento anomalo di cellule immunitarie tra le cause

Retinite pigmentosa: il comportamento anomalo di cellule immunitarie tra le cause

La retinite pigmentosa -che in Italia colpisce 17.000 persone ed è considerata “incurabile”- è una distrofia retinica ereditaria che causa la progressiva perdita della vista tramite la morte dei fotorecettori. La cecità arriva gradualmente ma inesorabilmente con la distruzione di tutte le cellule dell’occhio. Da anni si ricercano le cause specifiche di questa distruzione, per poter capire come contrastarla e trovare la cura giusta e definitiva.

Oggi, la ricerca americana ci propone un possibile spiraglio di speranza. I ricercatori del “National Eye Institute” hanno individuato l’azione di alcune cellule immunitarie che, sebbene molto utili per il nostro corpo, nel caso della retinite pigmentosa possono invece far danno. Si tratta di cellule Microglia, attive nel cervello, nel midollo e negli occhi. Il loro scopo è quello di eliminare le cellule morte per difendere così il sistema nervoso centrale. In queste persone, infatti, le Microglia si insinuano nelle cellule fotorecettori e cominciano a distruggere sia quelle morte che quelle ancora attive, facendo progredire la malattia. Il “bello” è che questa azione anomala delle cellule immunitarie avviene solo in alcuni soggetti. Si pensa dunque che sia una mutazione genetica a condurre il tutto.

I test sui topi dimostrano che le cellule Microglia hanno questo atteggiamento distruttivo solo negli animali geneticamente modificati con quel gene anomalo che causa la retinite. Nei soggetti privi di quel gene nel DNA il comportamento di quelle cellule è assolutamente normale. Inducendo una inibizione delle Microglia, infatti, la malattia rallenta e in alcuni casi sembra anche fermarsi. Che si sia trovata finalmente la strada giusta da seguire per curare questo disturbo che colpisce pesantemente, nel corpo ma anche nello spirito, migliaia di persone nel mondo?

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico