Home » Benessere » E' arrivato il caldo torrido. I consigli? Proteggetevi… anche dai TG!

E' arrivato il caldo torrido. I consigli? Proteggetevi… anche dai TG!

L’ondata di caldo torrido è arrivata e dato che siamo in estate non dovrebbe stupirci. Ci stupisce, invece, e ci spaventa per i toni allarmistici che usano i media. Fare attenzione va bene, avvisare il cittadino pure, ma usare quasi termini “terroristici” forse si potrebbe evitare. Proprio per aiutare quei cittadini fragili (anziani, bambini) a vivere meglio il periodo caldo.

State sentendo termini come “umidità percepita”, “superamento soglie di ozono” che fanno tremare. Ma basta fare una ricerca su Internet per vedere che quasi ogni anno, da qualche parte, si sono superati i livelli di gas ozono nell’aria, quando fa tanto caldo, e con i dovuti accorgimenti non muore nessuno. Oggi sta succedendo in Alto Adige, dove il caldo umido di questi giorni sta portando le temperature a sfiorare i 40°, e Bolzano non è l’unica a soffrire. Le altre città che oggi sono in “allarme rosso” sono: Roma, Viterbo, Rieti, Latina, Torino, Verona, Trieste, Terni, Perugia, Milano, Brescia e Firenze.

Ora, alle temperature alte c’è sempre rimedio. I condizionatori innanzi tutto. Ma anche i ventilatori non scherzano! E poi: fare corrente in casa, bere moltissimo, mangiare poco e solo roba fresca (frutta, verdura, gelati) evitando i grassi. Coprirsi bene con cappelli e creme quando si esce, vestire leggeri, evitare le ore calde della giornata, preferire il fresco della sera. Può capitare che alcuni soggetti più deboli e malati muoiano per il troppo caldo, ma a parte questi casi rari non dovete stare in ansia. I nostri nonni, senza “allarmi meteo” vivevano bene e affrontavano il caldo con mezzi molto più primitivi, riuscendo ugualmente a superarlo. Il consiglio principale dunque è questo: ascoltate i TG e tenetevi preparati a tutte le allerte, ma non vivete questi annunci con terrore e con angoscia. Il caldo esiste da prima che fosse inventata la Protezione Civile e non è una cosa dell’altro mondo. E’ la norma stagionale. Da domani, le temperature scenderanno di nuovo.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico