Home » Benessere » Autismo: il Parlamento lo inserisce nei LEA

Autismo: il Parlamento lo inserisce nei LEA

Le opposizioni lo chiamano “una dichiarazione di intenti” più che un impegno. Eppure quella approvata alla Camera, con 296 voti a favore, è una legge importante che per la prima volta inserisce l’autismo nei Livelli Essenziali di Assistenza. Qualcosa che mancava, insomma, il riconoscimento ufficiale dell’autismo come una malattia da trattare in modo speciale.

Paola Binetti (Ap), relatrice della proposta di legge è soddisfatta e carica di entusiasmo, ma il Movimento5Stelle teme si tratti solo di parole al vento. Sarà il tempo a farci capire chi aveva ragione. Rimane la certezza che finora non si era mai pensato a qualcosa del genere e i malati e le loro famiglie non possono che cantar vittoria. La nuova legge include: l’aggiornamento triennale delle Linee di Indirizzo per prevenzione e cura, estendendole a tutti gli autistici non più solo ai bambini; uniformità di trattamento della malattia in tutte le regioni; promozione e ricerca col sostegno del Ministero! Non è poco!

E’ la prima volta che il Parlamento italiano legifera considerando l’importanza dell’autismo, non più visto come una “malattia mentale” ma come un disagio che va trattato con il dovuto rispetto per le sue specificità. “Questo testo vuole dare una spinta al cambiamento culturale per cui si guarda alla persona e non solo al disturbo, alla qualità della vita e non solo alla malattia” ha detto la deputata Maria Amato (Pd). La proposta di legge, già approvata dal Senato, attende adesso soltanto il via libera definitivo.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico